Come cambiare il rubinetto del bagno: consigli per il fai da te


Manutenzione

Sostituire o modificare il rubinetto del proprio bagno può essere una bella sfida, soprattutto se l’idraulico non è subito disponibile. Tuttavia, con alcuni semplici consigli è possibile cimentarsi col fai da te, pur tenendo conto che non si tratta di “una ricetta universale” ma di suggerimenti generici da adottare per un primo (e presumibilmente risolutivo) intervento.

La preparazione

Il primo fattore da prendere in considerazione è comprare un rubinetto che sia adatto al proprio impianto: in questo caso rivolgersi ad un rivenditore di fiducia, o ad un e-shop davvero fornito, fa la differenza. La rubinetteria, al di là del suo ruolo estetico, influisce infatti molto sui consumi d’acqua e deve durare nel tempo.

Prima ancora di preparare gli attrezzi è bene ricordarsi di andare a chiudere la chiave d’arresto dell’acqua: solo dopo si potrà passare agli strumenti indispensabili. Solitamente sono sufficienti una chiave inglese o una chiave a pappagallo, una chiave a tubo, un cacciavite e del teflon o della canapa idraulica.

I rubinetti del lavabo

Per quanto riguarda i rubinetti del lavabo questi sono solitamente appoggiati su di esso, quindi è necessario andare da sotto ed individuare i dadi che collegano, tramite i flessibili, il miscelatore al muro.

Si va dunque a svitare i flessibili dal muro in modo che, una volta sganciati, sarà possibile sfilare il miscelatore da sopra e sostituirlo, riposizionando tutto come era prima. Non bisogna dimenticare di mettere le guarnizioni dove servono e, se si nota qualche piccola perdita, è il caso di ricorrere a un po’ di teflon nei punti in cui si uniscono i diversi componenti.

I rubinetti della doccia

Altro scenario da prendere in considerazione è quello del rubinetto collegato direttamente al muro, il modello che troviamo solitamente nelle docce o nelle vecchie case. In questo caso non ci sono flessibili ma il miscelatore è direttamente collegato ai fori nel muro, per cui occorre prestare particolare attenzione alla distanza fra gli stessi in quanto non è sempre standard.

In alcuni casi sarà necessario rimuovere prima le manopole mentre in altri si andranno ad allentare direttamente i dadi per rimuovere il rubinetto e per poterlo poi sostituire, ricollegando il tutto.

In ogni caso, è bene cambiare il rubinetto del bagno da sé solo se si ha dimestichezza con i lavori domestici. In caso contrario, il rischio di combinare qualche guaio è alto.

 

copyright: maganoo - http://stock.adobe.com/